Sotterraneo

Prossime visite

visite guidate s. clemente

Sotterranei di S. Clemente al Laterano

Come viene rappresentato su marmo il sesto giorno della Creazione? A che epoca risale la prima iscrizione in lingua italiana? Perché Domiziano costruisce stanze senza aperture né finestre? Tre luoghi di culto, l’uno costruiti sull’altro: il più recente (si fa per dire) risale al XII secolo, e rifulge di marmi e mosaici; il più antico, è un’oscura grotta dedicata al dio Mitra; nel mezzo una basilica paleocristiana grande una volta e mezza quella superiore e ricca di insoliti affreschi medievali. Tenetevi forte, il viaggio al centro della terra sta per cominciare…

Scala Santa e sotterranei (permesso speciale)

A Roma non c’è pellegrino che non visiti la Scala Santa: l’illustre Santuario custodisce la preziosa cappella dei Papi detta Sancta Sanctorum. Così denominata in quanto ritenuto luogo più santo del mondo, i papi gareggiarono nel decorarla con marmi pregiati e splendidi affreschi medievali. In essa si conservano preziose reliquie, tra cui un’immagine di Cristo che si dice non dipinta da mani umane. La cappella, nota come S. Lorenzo in Palatio, è anticipata dalle scale del pretorio di Gerusalemme, più volte percorse da Gesù il giorno della sua condanna a morte, portate a Roma da S. Elena. Passando per il suggestivo giardino dei Passionisti, avremo modo di emozionarci nuovamente nei sotterranei, dove sono conservate le ultime vestigia del Patriarchio, la Sede papale utilizzata dai Papi nel Medioevo fino all’esilio di Avignone, poi distrutta da Sisto V.

Colosso di Nerone, Domus Aurea

Domus Aurea in 3D e l’incendio di Nerone

L’incendio del 64 d.c. fu un evento epocale per Roma: in 9 giorni il fuoco distrusse la maggior parte della città lasciandola in uno stato di prostrazione. Nerone cominciò a ricostruire donando a Roma quell’aspetto imperiale che giungerà fino a noi attraverso i successori, e colse l’occasione per costruirsi finalmente una casa degna di un imperatore: la leggendaria Domus Aurea. Una villa immensa in pieno centro: pareti con marmi preziosi, volte decorate in oro e centinaia di opere d’arte (qui fu ritrovato il Laocoonte dei Musei Vaticani) ma anche pascoli, spazi sconfinati e un lago artificiale le meritarono l’appellativo che ancora oggi porta. Visiteremo il cantiere di restauro !

Dentro la Piramide Cestia (permesso speciale)

Come mai la Piramide non ha alcun ingresso? Perchè gli eredi di Caio Cestio la costruiscono nel tempo record di 360 giorni? Che differenze ci sono con le Piramidi d’Egitto? Raffinate pitture all’interno, statue di bronzo ai lati, un monumento alto quasi 40 metri, destinato ad ospitare una sola persona: fa impressione tutt’oggi il sepolcro di Caio Cestio, uno degli uomini più potenti della Roma del I sec a.C. Ma ci siete mai entrati dentro? Una sola è la stanza, molteplici sono le suggestioni…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code