Archeologia

Prossime visite

Mostra di Claudio all’Ara Pacis

Augusto lo ritiene inadatto al potere e per 50 anni rimane nell’ombra; sale al trono solo perchè fratello del celebre Germanico; una volta divenuto imperatore conquista la Britannia, riforma l’apparato amministrativo dell’impero e avvia opere pubbliche destinate a eternare Roma, prime fra tutte l’acquedotto Claudio e il porto. Tutta la storia del primo imperatore non italico è ben rappresentata in questa mostra all’Ara Pacis, dove la figura di Claudio è proposta insieme a quella della famiglia imperiale, compresi il suo predecessore Caligola, le sue mogli Messalina e Agrippina e suo fratello Germanico…

Campo Marzio archeologico

Dove venivano cremati gli imperatori? Perché Adriano dedica un tempio alla suocera? Il Campo Marzio era la zona monumentale dell’antica Roma, scelta dagli imperatori per celebrare la loro grandezza: archi onorari, colonne coclidi, templi dei divi imperatori   affollavano questo spazio e i loro marmi risplendevano alla luce del sole. Non tutto è andato perduto di questa meraviglia: il glorioso passato riemerge ancora orgoglioso fra palazzi medievali e barocchi per raccontarci la sua trascorsa potenza…

visite ostia antica

Ostia Antica (ingresso gratuito!)

Come avveniva il trasporto delle merci da Ostia a Roma? Dove si riuniva la “giunta comunale” della città? Al tempo di Adriano Ostia Antica era fra le città più importanti dell’impero e, come tale, dotata di un centro monumentale di tutto rispetto. Ancora oggi è possibile ammirare grandiosi templi alti quasi 20 metri, sontuose terme complete di spogliatoi e saune, un teatro tuttora utilizzato per gli spettacoli…perfino sedi di corporazioni con tanto di triclini per mangiare!

Colosso di Nerone, Domus Aurea

Domus Aurea in 3D e l’incendio di Nerone

L’incendio del 64 d.c. fu un evento epocale per Roma: in 9 giorni il fuoco distrusse la maggior parte della città lasciandola in uno stato di prostrazione. Nerone cominciò a ricostruire donando a Roma quell’aspetto imperiale che giungerà fino a noi attraverso i successori, e colse l’occasione per costruirsi finalmente una casa degna di un imperatore: la leggendaria Domus Aurea. Una villa immensa in pieno centro: pareti con marmi preziosi, volte decorate in oro e centinaia di opere d’arte (qui fu ritrovato il Laocoonte dei Musei Vaticani) ma anche pascoli, spazi sconfinati e un lago artificiale le meritarono l’appellativo che ancora oggi porta. Visiteremo il cantiere di restauro !

Santuario di Ercole Vincitore

Nel II sec. a.C. esisteva a Tivoli un santuario dalle proporzioni inusuali, edificato sulle pendici di un alto colle e visibile da km di distanza, le cui fondamenta inglobavano la via Tiburtina. L’edificio era molto di più di un luogo di culto: entro il suo spazio sacro trovavano posto un tempio, un porticato, un teatro e ambienti commerciali…

Sotterranei della fontana di Trevi (apertura straordinaria!)

La Fontana di Trevi, universalmente considerata una delle icone della Città Eterna, è in realtà solo l’ultimo atto di un capolavoro ingegneristico costruito duemila anni prima dagli antichi romani: l’Acquedotto Vergine…

Castel Sant’Angelo (ingresso gratuito!)

Quale curiosa fine ha fatto il sepolcro di Adriano? Perchè Clemente VII si fa crescere la barba? La bimillenaria storia di Castel S. Angelo ci porta alla mente assedi, intrighi, incarcerazioni, ma anche ricevimenti di corte e feste popolari. Imperatori, papi, conquistatori e delinquenti: tutti i più importanti personaggi di Roma sono passati di qui. L’affascinante itinerario si snoda tra cannoni, catapulte, raffinati affreschi rinascimentali, bizzarre sale create dal vezzo dei papi regnanti, terrazze con un magnifico belvedere sulla città, nonchè la prigione segreta di Cagliostro e le sale superiori, recentemente riaperte al pubblico!

Sotterranei dei Musei Capitolini (ingresso gratuito!)

L’origine di un nome che risale ad un teschio, un tempio dedicato a Giove che sovrastava ogni monumento per grandezza e magnificenza, una misteriosa divinità tuttora sepolta a dieci metri di profondità: nei centinaia di metri delle gallerie sotterranee dei Musei Capitolini è celata l’affascinante storia del Campidoglio, l’antica roccaforte della città. Attraversando resti di caseggiati, una strada romana ed un tempio arcaico, si arriva allo splendido affaccio sul Foro Romano: da qui la storia millenaria di Roma sembra veramente a portata di mano…

Musei Capitolini: bronzi, collezione egizia e statue colossali (ingresso gratuito!)

Nessun museo romano più dei Musei Capitolini è in grado di colpire la fantasia del visitatore per la grande eterogeneità dei reperti archeologici esposti. Un esempio sono le sorprendenti statue colossali: pensate per ornare le celle dei templi, Marte Ultore ed Athena dovevano suscitare timore e rispetto per le divinità. Ma i reperti più famosi sono di sicuro i bronzi: la lupa, il Bruto, il Marc’Aurelio sono divenuti il simbolo stesso non solo del museo, ma dell’intera città. Non da ultima, la collezione egizia stimola la curiosità per i bizzarri reperti di coccodrilli, dei-scimmia e scarabei, che ci proiettano nell’atmosfera cosmopolita dei santuari egizi dell’Urbe…

Scala Santa e sotterranei (permesso speciale)

A Roma non c’è pellegrino che non visiti la Scala Santa: l’illustre Santuario custodisce la preziosa cappella dei Papi detta Sancta Sanctorum. Così denominata in quanto ritenuto luogo più santo del mondo, i papi gareggiarono nel decorarla con marmi pregiati e splendidi affreschi medievali. In essa si conservano preziose reliquie, tra cui un’immagine di Cristo che si dice non dipinta da mani umane. La cappella, nota come S. Lorenzo in Palatio, è anticipata dalle scale del pretorio di Gerusalemme, più volte percorse da Gesù il giorno della sua condanna a morte, portate a Roma da S. Elena…

Museo della metro C stazione S. Giovanni

Perché nel I sec le pesche erano così pregiate? Che ci fa una vasca lunga 70 metri sotto via Sannio? Dove oggi si trova una moderna stazione della metro, al tempo dei romani era presente una fiorente azienda agricola, estesa per almeno 14 mila mq. Resti di semi, molluschi, opere idrauliche, righelli, compassi, penne, scarpe, serrature ci emozionano e ci proiettano davvero nell’atmosfera del Laterano in epoca imperiale: benvenuti nel più moderno museo archeologico della città…

Dentro la Piramide Cestia

Come mai la Piramide non ha alcun ingresso? Perchè gli eredi di Caio Cestio la costruiscono nel tempo record di 360 giorni? Che differenze ci sono con le Piramidi d’Egitto? Raffinate pitture all’interno, statue di bronzo ai lati, un monumento alto quasi 40 metri, destinato ad ospitare una sola persona: fa impressione tutt’oggi il sepolcro di Caio Cestio, uno degli uomini più potenti della Roma del I sec a.C. Ma ci siete mai entrati dentro? Una sola è la stanza, molteplici sono le suggestioni…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code