Moderno

Prossime visite

La Roma esoterica di Bernini e Borromini

Perchè i falchi di Palazzo Falconieri hanno il seno? Come mai la fontana dei Fiumi è cava all’interno? Il Barocco è illusione, scenografia, stupore, cercati ad ogni costo, nella forma e nei richiami simbolici. Nella Roma Barocca del ‘600 circola un visionario frate gesuita di nome Athanasius Kircher, esperto conoscitore della simbologia degli antichi, mentre si sviluppa proprio in questi anni la Massoneria. Ogni palazzo è come un tempio, ogni obelisco è albero della vita, Dio ne è supremo architetto, il percorso dell’uomo è continua ascesi verso la Sapienza che deriva solo da Dio…

Il rione Trastevere

Dove si trova la casa più piccola di Roma? Perchè Trastevere si chiama così? Terra etrusca agli albori della sua storia, porto mercantile in epoca romana, quartiere ebraico fino all’Alto Medioevo: la storia di Trastevere si è sempre nettamente differenziata da quella del resto della città. Del resto qui vi abitavano personaggi del calibro di Trilussa, la Fornarina di Raffaello, papa Callisto, Giulio Cesare…

Visita guidata a Castel Gandolfo, palazzo Apostolico e giardini Barberini

Nelle stanze del Papa a Castel Gandolfo

La classica scampagnata romana fuori porta come nella migliore tradizione sarà a Castel Gandolfo, non solo per mangiare e cantare stornelli ma soprattutto per riscoprire le nostre radici fin dai tempi antichi di Alba Longa, dove nacquero Romolo e Remo… Un rapporto particolare e a volte conflittuale ha legato i papi ai Castellani… ed è proprio grazie a questo nuovo, diverso, piccolo mondo in cui alcuni amavano rifugiarsi che potremo scoprire il lato più umano dei papi, lontano dall’ufficialità del Palazzo Apostolico e dall’etichetta cui erano obbligati…

Musei Vaticani di notte

L’ultima notte dei Musei Vaticani

Nell’ultima delle aperture serali della stagione, attraverseremo le splendide gallerie dei Musei Vaticani praticamente vuoti ammirando alcune tra le opere d’arte più importanti al mondo. Sfateremo molte leggende sul “tenebroso” Michelangelo e scopriremo nel dettaglio cosa, come e perché dipinse quello che dipinse nella Cappella Sistina, la più grande opera pittorica ad affresco della pittura occidentale. Tutto questo senza fare file stressanti e con la suggestiva atmosfera notturna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code