Corsi on line

Prossime visite

Case di Livia e di Augusto

Case di Livia e di Augusto

Il sottosuolo del Palatino ha miracolosamente preservato per secoli la dimora del primo imperatore di Roma e della sua consorte: lussuosi soggiorni, una biblioteca, camere da letto, sale da pranzo e uno splendido studiolo privato, che appaiono ancora oggi splendidamente affrescati. Tutto l’apparato decorativo sottende un preciso richiamo politico e lo stesso Augusto ebbe vari ripensamenti sulla progettazione di quello che fu primo prototipo di palazzo imperiale. La sua dimora fece storia: tutti i futuri imperatori decisero di abitare sul Palatino…

S. Maria Antiqua al Foro Romano

S. Maria Antiqua al Foro Romano

I suoi 250 metri quadri di affreschi ne fanno la chiesa con la più ampia superficie di pitture medievali di Roma. Il mondo ha dovuto attendere secoli per rivedere questo prezioso scrigno d’arte, in quanto la chiesa era rimasta sepolta sotto tonnellate di terra a causa di un terremoto avvenuto nel IX sec. Il suo disseppellimento nell’anno 1900 ha cambiato per sempre la storia dell’arte, portando a conoscenza la rarissima pittura bizantina dell’Alto Medioevo…

Domus Transitoria di Nerone

Domus Transitoria di Nerone

Dopo l’edificazione della casa di Augusto, i futuri sovrani di Roma seguirono il primo imperatore nel collocare la propria dimora sul Palatino. Nerone però ambiva a qualcosa di più: costruire una residenza in grado di superare in estensione e magnificenza quella di qualunque altro sovrano. Nasce così la Domus Transitoria: raffinati stucchi, pavimenti in marmi preziosi, elaborati ninfei sono rimasti in loco a testimoniare la megalomania dell’ultimo esponente della dinastia giulio-claudia.

Campo Marzio settentrionale

Campo Marzio settentrionale

Dove venivano cremati gli imperatori? Perché Adriano dedica un tempio alla suocera? Il Campo Marzio era la zona monumentale dell’antica Roma, scelta dagli imperatori per celebrare la loro grandezza: archi onorari, colonne coclidi, templi dei divi imperatori  affollavano questo spazio e i loro marmi risplendevano alla luce del sole. Il glorioso passato riemerge ancora orgoglioso grazie alle nostre ricostruzioni 3D per raccontarci la sua trascorsa potenza…

La fuga di Caravaggio

La fuga di Caravaggio

La vita di Caravaggio a Roma la conosciamo bene ma dal momento in cui uccise Ranuccio Tomassoni la sua vita cambiò radicalmente. In seguito ad una condanna capitale che pendeva sulla sua testa, Caravaggio iniziò una lunga fuga che lo portò a peregrinare al sud dell’Italia e a Malta lasciando capolavori ovunque e facendo scuola ogni singola volta. In questa visita online ripercorreremo le tappe di questa sua fuga vedendone le opere che lì dipinse, fino al tragico epilogo della sua morte solitaria sulla via del ritorno a Roma, proprio poco prima di ricevere la grazia di Paolo V.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.