Archeologia

Prossime visite

Porta Maggiore

Porta Maggiore

Perché Marco Virgilio Eurisace si fa costruire una tomba a forma di forno? Come mai 8 degli 11 acquedotti di Roma antica convergono nell’area di Porta Maggiore? In origine questa zona periferica dell’Urbe era occupata da una necropoli, poi venne percorsa da grandi acquedotti, infine divenne poderosa fortificazione nel Basso Impero. Il risultato è uno stupefacente tessuto archeologico, composto di acquedotti dell’altezza di oltre venti metri, cisterne labirintiche visibili dalla strada, sepolcri dalle forme inusuali e i ruderi dell’antico palazzo imperiale della dinastia dei Severi. 

In battello sul Tevere

In battello sul Tevere

Quel che più colpisce percorrendo Roma in battello è il silenzio: dal biondo Tevere la città appare veramente eterna e sembra davvero di cogliere ancora intatto il fascino di una storia millenaria composta di miti e leggende, di ponti che uniscono e alluvioni che devastano…

Mitraismo e mitrei di Roma

Mitraismo e mitrei di Roma

Solo gli uomini potevano accedervi, prove di coraggio erano necessarie per aspirare a gradi più elevati di iniziazione, ci si riuniva in templi simili a grotte: sono questi alcuni degli aspetti più affascinanti del mitraismo, religione misterica della Roma imperiale proveniente dall’Oriente. Mitra, novello dio Sole, uccide il toro cosmico e rende fertile la terra…

Appia Antica III - VI miglio in bici

Appia Antica III – VI miglio in bici

Perchè la via Appia è diversa da tutte le altre strade che hanno costruito i Romani? Come avveniva un viaggio al tempo dell’antica Roma? Dal III miglio in poi l’Appia Antica si immerge nell’idilliaco paesaggio della campagna romana che nel ‘700 infatuò numerosi pittori. Numerosi sono i monumenti che sorgono allineati lungo il suo percorso: i tumuli degli Orazi e dei Curiazi, la Villa dei Quintili, Casal Rotondo, Torre Selce…

Ara Pacis

Ara Pacis

L’imperatore Augusto, di ritorno dalle campagne militari in Spagna e Francia, ha ormai vinto tutti i nemici dello Stato. Una nuova età dell’oro ha finalmente inizio: il Senato indice l’erezione di un solenne altare sacrificale per ringraziare gli dei della pace raggiunta dopo anni di guerre civili…

Villa dei Gordiani

Villa dei Gordiani

Al III miglio della Prenestina, si erge una delle ville suburbane più importanti di Roma: Villa Gordiani. Gli imponenti resti, databili al III-IV sec, parlano un linguaggio ancora non del tutto decifrato. Una basilica a forma di circo è in stretta comunicazione con una rotonda monumentale, un’imponente aula absidata dialoga con cisterne e ruderi minori un tempo sparsi nella campagna romana. Quale imperatore costruì un complesso edilizio così importante? A cosa servivano le giganti aule?

Roma archeologica: Testaccio

Roma archeologica: Testaccio

Ai tempi di Roma antica, la zona di Testaccio era chiamata Emporium, e costituiva la periferia meridionale della città. In quest’area approdavano le navi provenienti da Ostia, e immensi magazzini lunghi mezzo chilometro servivano a stipare le derrate alimentari…

Porta S. Sebastiano

Porta S. Sebastiano

Nel 271 d.C. Aureliano, per proteggere Roma dalla minaccia dei barbari, decide di dotare l’Urbe di mura di difesa. Vengono pertanto realizzati 19 km di opere difensive: la più lunga cinta muraria del mondo antico. Tra Porta S. Sebastiano e il Bastione Ardeatino se ne conserva un tratto interamente percorribile: 350 metri di cammino di ronda intervallati da 10 torri di avvistamento. L’opera più maestosa è Porta S. Sebastiano, la più possente e meglio conservata della Mura Aureliane, adibita a museo ed interamente visitabile all’interno, compresa la terrazza panoramica da cui si gode un panorama mozzafiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.